Studio Balestrini
OPERE / Lavori

Chiesa dello Spirito Santo - Noviglio - 1981 - 2001

Sito:
Noviglio (MI) fraz. Santa Corinna, Italia
Cliente: Parrocchia Chiesa dello Spirito Santo
Progetto e realizzazione:1981-2001
Progetto ed esecutivi:
Studio Balestrini con Maria Pia Bellizzi
Strutture:
Ing. Ermanno Spechiulli
Direzione lavori:
Per. Ind. Umberto Balestrini
Lavori edili:
Impresa C.E.A.
Opere in ferro.
F.lli Pettinari
Opere in marmo
Angelo D'Ambra
Progetto arredi:
Studio Balestrini
Realizzazione arredii:
Spinelli

 

In un villaggio tutto nuovo, senza tradizione né identità precisa, la chiesa doveva essere elemento di riferimento e di aggregazione.

Da questa considerazione deriva la scelta di una forma semplice, come richiamo alla tradizione della bassa milanese: tetto a capanna e campanile, grandi falde in coppi vecchi, pareti in mattoni a vista, portale strombato a tutto sesto.

Il tema progettuale è il triangolo, ricorrente sia nelle parti strutturali che nei particolari, quale richiamo alla Trinità poiché la Chiesa è dedicata allo Spirito Santo.

La pianta centrale con presbiterio poco profondo e illuminazione dall’alto permette all’assemblea di raccogliersi attorno all’altare.

Anche il tabernacolo è illuminato direttamente dall’alto: di forma cubica è sospeso nel vuoto come un dono disceso dal cielo. Ha l’apertura completa sui due lati verso l’assemblea per figurare il dono completo di Cristo e permettere l’adorazione diretta dei fedeli.

L’ambone con base triangolare di marmo come la base dell’altare ha il leggio in lastra di ferro naturale come la sedia presidenziale.

Il battistero messo in piena luce dalla vetrata lo unisce alla natura all’esterno e crea un itinerario spirituale verso il presbiterio e l’Eucarestia. In esso l’acqua sgorga affiorando come nei fontanili di cui la zona è ricca.

La Chiesa è stata progettata nel 1981, costruita in quasi dieci anni è stata consacrata nel 1990, completata poi con la torre campanaria nel 2001.

La costruzione è stata realizzata con il sistema della prescostruzione a moduli, il tetto in ferro assemblato a terra poi sollevato in opera è stato coperto con elementi modulari in cemento preparati a terra.

Anche la base del campanile è ad elementi gettati a terra e poi montati.